Stadio Albinoleffe. Facciamo il punto

AlbinoLeffe_stemmaAvrete letto oggi sugli organi di stampa la notizia di uno stadio a Zanica. Vediamo i punti salienti di questo accordo:

INSEDIAMENTI RESIDENZIALI

  • Albinoleffe si impegna da subito  a non realizzare più gli insediamenti residenziali attualmente previsti dal vigente Piano Attuativo.  Questi insediamenti avrebbero creato diversi problemi a causa della loro lontananza dal centro cittadino.

STADIO DA 1800 POSTI

  • Albinoleffe potrà realizzare uno Stadio da 1800 posti (i volumi autorizzati dalla  precedente convenzione già lo consentono)
  • Si dovrà dare  avvio alla procedura di variante urbanistica relativamente alla necessità di fornire i parcheggi a servizio della nuova struttura sportiva
  • La società Albinoleffe srl si assume l’impegno del completamento contestuale  della strada di collegamento tra via Fiume,  via Castellana fino alla rotatoria di Stezzano/Via Caravaggio

STRUTTURE SOCIOSANITARIE

  • la futura variante dovrà garantire la realizzazione delle strutture sociosanitarie (RSA) già previste dal Piano Attuativo vigente.
  • Si mantiene  la previsione della penale di 50.000 per ogni anno di ritardo nella realizzazione della RSA, così come già avviene.
  • La mancata ottemperanza obbligherà al  versamento  di Euro 600.000,00 al Comune di Zanica a titolo di penale qualora entro 4 anni dalla approvazione della variante relativa alo stadio da 1800 la società ( Sic Immobiliare) non avesse completato la RSA.

EVENTUALE STADIO DA 5500 POSTI

  • Si dovrà garantire  un accesso diretto alla Strada Statale
  • Si dovrà garantire la realizzazione di strutture sportive, di servizio e ricettive funzionali alla struttura principale ed in generale tali da fornire autonomia funzionale ed economica; tutte le strutture previste dovranno comunque essere realizzate nel limite massimo di capacità edificatoria attualmente ammesso dal Piano Attuativo vigente;
  • Albinoleffe dovrà comunque, indipendentemente dall’aumento di volume, garantire la corresponsione di una quota di standard qualitativo aggiuntiva di € 300.000,00.

UNA PRECISAZIONE FINALE

Il  Protocollo di Intesa reca esclusivamente l’impegno di avviare i procedimenti e sono fatte salve tutte le prerogative del Consiglio Comunale in tema di materia del governo del territorio.

Post navigation