Vedo rosso

semaforoIl semaforo di via Padergnone sta sollevando diverse perplessità ( usiamo pure un eufemismo).e forse vale la pena capire la motivazione principale per cui  è stato messo.

La lettura targhe aiuta a capire, ma ancor di più ci aiuta  il flusso veicolare: seguiteci per un secondo o fatelo direttamente  e vedrete negli orari di punta una lunga  serie di  automobili che scendono dalla statale 42 per immettersi verso Zanica, farsi tutta la via Padergnone, la via Roma, la via Crema e reimmettersi sulla statale 42.

Questi sono matti, direte voi, ma sono i più; non sono i poveri residenti il problema, ma sono tutti quelli che utilizzano Zanica come corsia di accelerazione e decelarazione da e per la SS.42, per evitare la rotatoria a sud di Zanica che è  un delirio.

Ci sono Comuni che hanno messo una serie di semafori ( Comun Nuovo ne metterà ancora due a breve; di Stezzano e Azzano – zona scuole -  e Urgnano già sappiamo) proprio per dissuadere il traffico parassitario; ce ne sono altri che hanno istituito delle Zone a Traffico Limitato ( senza citare Bergamo, Bonate e altri) ; ce ne sono altri che  istituiscono  sensi unici.

Noi potevamo stare fermi come ci dice qualcuno e restare colonia   degli automobilisti di mezza Provincia,  o mettere i dossi che sono la soluzione più discutibile, più costosa, e più inutile.

Il semaforo è invece la soluzione più semplice, meno costosa ( pensate un po’)  e meno complicata, ma di questo passo se la Provincia non interverrà sulla 42  si dovrà pensare anche ad altro.

Due parole sul semaforo di via Padergnone: il semaforo scatta

  • se la velocità è superiore a 55 km/h (15 secondi)
  • se vi è una richiesta ( 15 secondi)
  • se viene segnalata presenza di auto da via Puccini ( 25 secondi + altri 5 per ogni auto segnalata dal rilevatore)

La via considerata prevalente è la Padergnone, per cui il semaforo ha una opzione che garantisce il verde per almeno 45″ che verranno ora portati a 60 e tanto basterà.

Se l’asse viario di Bergamo  è  bloccato dalle auto,  Zanica non potrà essere più considerata la via di fuga, con il  traffico che si riversa sulle via Padergnone e sulla via Roma per cercare di uscire dall’enorme ingorgo.

Se verrà messo a breve un semaforo identico all’altezza della Scuola dell’infanzia /( e se ce lo consentono anche un paio sulla via Crema)  è per lo stesso motivo, perchè adesso con la nuova rotatoria di Azzano molti non escono più al Padergnone ma da lì; tanto di  quei fessi di Zanica chissenefrega!

E no!!!!

Non vogliamo il traffico a Zanica se non quello che si vuole e si deve  fermare; ma come facciamo a dissuaderlo? Facendogli capire che passare da Zanica non conviene, come hanno fatto al tempo a Stezzano.

Però  il problema sembra essere  il semaforo!  Si guarda al dito e non alla luna, al semaforo rosso e non a progetti fallimentari come quello della rotatoria sulla 42.

Che poi, se siamo tutti commissari tecnici, esperti di vaccini, di ponti che cadono, di terremoti, possiamo anche esserlo di viabilità. Siamo qui per ascoltare tutti, ma soprattutto  dobbiamo ascoltare chi tratta problemi di mobilità tutti i giorni.

Qualcuno, ne saprà più di noi, o no?