Italia unita. Scripta manent, avverbi volant

Mai come in questi giorni si sente parlare di Italia unita. Parlare.

Ma come siamo messi in fatto di unità? Dopo gli anni di Roma ladrona assistiamo – e meno male – a una visione diversa e migliore, dove non viene messa più in discussione l’unità di un popolo e di una nazione.tricolore

“Lega senza Nord, non mi attacco ad un avverbio” ha detto il leader Salvini. Tiriamo un sospiro di sollievo sapendo che viviamo in una Italia unita; siamo convinti che sia una linea condivisa e che alcune esternazioni siano ormai battaglia di retroguardia.

Del resto, la rete ha una memoria di ferro e quanto è scritto resta, anche frasi imbarazzanti che in una Italia normale avrebbero – di fatto – portato alla destituzione di qualche Sindaco che non si riconosceva nell’Italia unita dichiarandosi indipendentista.

Noi del Tasso, pur non volendo schierarci nè entrare nelle questioni di natura politica di natura nazionale, su una cosa siamo  irremovibili e ci fa piacere che siamo (quasi) tutti d’accordo: viva l’italia unita.

 

Lascia un Commento