daZEROaCENTO

Nell’ultimo consiglio comunale abbiamo approvato alcune azioni che abbiamo inglobato in un progetto chiamato “0-100” perché vuole abbracciare le diverse età della vita. Le esponiamo qui in modo sintetico.

AREA INFANZIA

Per i bimbi frequentanti i nidi locali è previsto per la prima volta un contributo nell’ambito del Piano di diritto allo Studio.

L’azione si combina con quella relativa al “Progetto 0 – 6” che, attraverso la sottoscrizione di una convenzione, andrà a ridurre per le famiglie i costi delle rette e a introdurre delle agevolazioni in base all’ISEE.

La convenzione una volta stipulata  potrà consentire  anche l’accesso alla misura dei cosiddetti  “nidi-gratis” se verrà ripetuta.

Relativamente alla Scuola dell’infanzia si intende ulteriormente sostenere la Scuola che si trova a fare i conti con un forte  calo del numero di iscritti che genera difficoltà a garantire la copertura dei costi fissi.

Una situazione difficile che avrebbe portato, senza questo corposo intervento, a un disavanzo che avrebbe determinato un aumento consistente delle rette mensili.

L’azione si integra con l’aumento del contributo già deliberato lo scorso anno, del contributo statale di 20mila euro annui riferibili al “Progetto 0 – 6”, insieme al mantenimento delle fasce ISEE.

In accordo con la Scuola dell’Infanzia verrà anche istituita una “sezione primavera”, altro tassello fortemente voluto per garantire una ancora più alta offerta formativa per questa fascia d’età.

AREA SCOLARE-GIOVANILE

Si garantirà un servizio più efficiente attraverso un ulteriore sostegno al Piano di diritto allo studio e la realizzazione di un progetto di sviluppo delle attività sportive.

AREA ANZIANI

Due le azioni che sono la naturale conseguenza del Progetto di ricerca ormai concluso:

1)   il Centro di aggregazione anziani: il Centro Don Milani diventerà sempre più un centro per gli anziani autosufficienti, con nuove attività ludico-ricreative-culturali all’interno di nuovi spazi.

2)   il progetto di “custodia sociale”:  si tratta di un progetto aperto a tutti gli inquilini anziani della Casa di Via Fiume che vuole:

  • dare parziale soluzione ai problemi delle persone in stato di bisogno a causa di solitudine, condizione di salute o per difficoltà di carattere sociale;
  • supportare le persone in situazione di particolare fragilità nello svolgimento presso la loro abitazione delle attività quotidiane;favorire le relazioni sociali;
  • organizzare momenti di socializzazione.

Abbiamo anche in cantiere la richiesta da inoltrare alla Giunta Regionale per attivare un progetto di valorizzazione di otto appartamenti.

La nostra intenzione è quella di predisporre un regolamento volto a privilegiare l’assegnazione  ai nostri anziani.

Tante idee che si concretizzano grazie a un introito straordinario  nelle casse comunali di 185mila euro sulla parte corrente, che non intendiamo disperdere in iniziative dal vago sapore preelettorale.

Quello che si vuole lasciare è invece  una offerta di servizi nuovi che apre a nuovi e ulteriori possibilità di sostegno e di sviluppo a servizi volti al benessere dei cittadini di ogni età.00000058

Lascia un Commento