Babylon by büsa

bob-marley-and-the-wailers-positive-vibration-ca

Mi chiama oggi il giornalista del BgPost per chiedermi una considerazione sulle buche nelle strade.

Che devo dire? Faccio il mea culpa? Dico che va tutto bene? Ascolto un po’ Bob Marley e mi rilasso?

Facciamo i realisti, che è sempre meglio, e cerchiamo di non farne una babilonia.

Distinguiamo sempre le competenze, altrimenti dare sempre la colpa allo stesso ( che sia Provincia, Anas, Comune, o privato) non aiuta a trovare le responsabilità e a porvi rimedio nei limiti del possibile.

L’inverno porta con sè problemi di gelo, neve e altro ancora: a fronte di tempestivi interventi (e qui il Comune penso non abbia difettato) quello che resta è anche un quadro delle strade ancor di più compromesso dall’utilizzo massiccio del sale.

Diciamo che ogni stagione porta un po’ di qualunquismo ( … e io denuncio… e non fanno mai niente… ecc…) , ma fa parte del gioco;  in attesa dell’erba alta.

Faccio però altre  considerazioni più puntuali.

Le strade vicinali e quelle periferiche sono assoggettate ad uno stress ancora maggiore dato dal passaggio di mezzi agricoli; io, come detto più volte, sto sempre dalla parte dell’agricoltore che resta il primo controllore del territorio, ma che a volte si “dimentica” di uscire sulle strade asfaltate in modo da non devastarle; questo inverno ho “rincorso” due agricoltori responsabili della devastazione  ( non esito a definirla così)  di via Serio ; ma quanti altri sono passati impuniti?

Aggiungo il problema dei mezzi che attraversano Zanica per caricare e scaricare presso l’area estrattiva del Padergnone; problema endemico che stiamo cercando di contenere anche in collaborazione con la proprietà, benchè la medesima abbia una sorta di “pass” che nasce da accordi pregressi.

Ecco, alle responsabilità degli Enti invoco anche maggiore responsabilità da parte di altri.

Poi, alla fine, come ho già scritto, faremo il possibile, anche sollecitando (uso un eufemismo, in realtà massacrandoli di chiamate) gestori come Enel Telecom e Uniacque  a intervenire più correttamente quando tagliano la strada ( vedi tratto di via Serio/Madonna di Scurizio) dove Uniacque è intervenuta riasfaltando completamente il tratto: così si dovrebbe fare!

Gigi Locatelli

Lascia un Commento