Figurine, panini

Nella raccolta di figurine a mezzo faceboock, aggiungiamo il post pubblicato ieri sera:  gli ormai noti paladini della legalità/onestà/novità in taglia unica (cioè la loro) gonfiano il volantinaggiopetto per aver bloccato, con sprezzo del pericolo o del ridicolo (fate voi!)  la “proditoria” azione di due persone del Tasso che stavano distribuendo volantini presso il mercato.

Per eleganza e per non mettere in difficoltà nessuno, avevamo sospeso la distribuzione senza ulteriori polemiche che coinvolgessero gli uffici comunali; ma quando pubblicano post come questo che vedete qui accanto, meglio chiarire:

La distribuzione è consentita dalla norma; Il post è stato fatto rimuovere oggi, proprio perchè dice cose sbagliate.

La figurina si aggiunge alle molte altre: la migliore è quella che  cataloga il nostro programma come banale.. prima che fosse pubblicato. Per non tornare a quello già scritto ieri.

Oggi questo gruppo ha chiuso con un party a base di panini e nutella;  meno male che la campagna elettorale è finita, perchè la sostanza – sempre di color marrone – usata dai signori era ormai troppa.

 

5 comments for “Figurine, panini

  1. Antonio
    24 maggio 2014 at 11:10

    Dopo aver rimosso il post ieri
    Oggi reiterano le accuse di illecito nei nostri confronti
    Se la prima volta poteva considerarsi un errore,
    la seconda credo necessiti di una valutazione giuridica
    per sapere se sia diffamazione,con tutto ciò che ne consegue

  2. Il Tasso
    24 maggio 2014 at 11:21

    Ore 10,00 di sabato 24 maggio : ricomparso il post cancellato da Progetto Zanica, così come da richiesta del Comandante dei Vigili di Zanica.
    Prendiamo atto che le idee sono poche, ma soprattutto tendenti a creare confusione e poco rispettose delle richieste formulate dagli Uffici Comunali.
    Prima di far partire Vigili e far inutile casino, coinvolgendo il personale comunale, Polizia Municipale, Anagrafe e forse l’Onu, bastava informarsi: l’ignoranza della Legge non è scusata.
    La norma – testualmente- “vieta il lancio e il getto di volantini di propaganda elettorale in luogo pubblico o aperto al pubblico dal trentesimo giorno precedente la data fissata per le elezioni.
    Dalla formulazione della norma risulta evidente che sono proibiti solamente il getto e il lancio di volantini, mentre ne è consentita la distribuzione”.
    Le figurina adesso è pure doppia.

  3. Pierluigi
    24 maggio 2014 at 12:29

    Articolo nuovamente rimosso e sito offline…
    ….coda di paglia ?

  4. Il Tasso
    24 maggio 2014 at 16:03

    Sul profilo di Progetto Zanica compare un ulteriore post che cancella quanto precedentemente scritto, riconducendo al comandante dei VV.UU. la responsabilità “per aver causato un disguido avvenuto al riguardo a questo permesso”.
    Occorre dire che il Comandante ci ha chiamato dal suo ufficio oggi, alla presenza del candidato Baresi, assumendosi la responsabilità di quanto occorso, e cioè di aver impropriamente bloccato la nostra (legittima) distribuzione di volantini sulla base di una segnalazione di Progetto Zanica.
    Apprezzo il gesto del comandante; di fronte alla necessità di dare risposte in tempo reale, meglio andare cauti; se ha bloccato il volantinaggio in attesa di capire se fosse possibile, ha fatto bene.

    In ogni caso, prima di arrivare fin qui, SAREBBE BASTATO:

    1) nel momento in cui siamo stati visti distribuire i volantini, che Progetto Zanica – lontano 10 metri dal “fattaccio”- CHIEDESSE A NOI SE FOSSE POSSIBILE FARLO. La risposta, lo sappiamo ormai tutti, è si. L’avremmo data anche a loro, carte alla mano.

    2) nel momento che la cosa era finita con la immediata sospensione del volantinaggio su richiesta dei Vigili, FAR GUSTARE LA SODDISFAZIONE A PROGETTO ZANICA (contenti loro, contenti tutti) e finirla li. Invece no! Bisognava accendere la miccia, scrivendo su faceboock cose inesatte rispetto ad un presunto mancato rispetto della legalità. Se la fretta è una cattiva consigliera, prima di scrivere si può approfondire.

    3) nel momento che si scrivono informazioni, FARE UNA RETTIFICA.
    Una volta scritti, i post si possono cancellare, rimuovere, ricancellare, rimettere, eccetera, ma la condivisione lascia traccia di quanto scritto; e il messaggio non era per niente edificante.
    Cancellare la notizia non cancella le condivisioni che contengono informazioni scorrette.
    Meglio sarebbe controllarle prima, verificarle per bene, e poi scriverle; se poi sono utili ai fini della campagna elettorale sarebbe meglio.
    Per esempio, tutto ‘sto cancan è perfettamente inutile.
    Bastava FERMARSI PRIMA.

    Spiace che siano stati coinvolti gli uffici comunali e di questo, sia pure incolpevole, mi scuso con il Comandante e gli agenti.
    Buona domenica.

  5. Pierluigi
    25 maggio 2014 at 15:31

    Purtroppo nella giornata di oggi sono comparsi ulteriori commenti di un presunto “Giuseppe” lesivi dell’onorabilità di alcune persone. Rimuoviamo quindi tutti i commenti del medesimo soggetto.

Comments are closed.