I nuovi mostri

frankesteinSiamo al patetico.

Una lista, la solita – quella di Progetto Zanica – accomuna tutti facendo di ogni erba un fascio, e assertendo severamente che loro  non  sono “il meglio”, ma gli unici.

Gli altri sono tutti collusi, tutti vecchi, tutti legati a doppio filo.

Abbiamo una storia, con provenienze diverse e mai nascoste. E’ questa la lista civica.

I nuovi, i migliori, loro, gli unici,  hanno  invece attraversato tutto l’arco costituzionale migrando in prossimità di ogni voto da una lista all’altra.

Se per essere  nuovi basta cambiare il vestitino, sono nuovi!

Vogliamo fare i nomi?  Non serve. Basta guardare le liste – di questi signori dove sono oggi e dove erano ieri; per avvalorare il  pedigree politico  il loro candidato sindaco si era anche  lasciato andare su faceboock a commenti che accomunavano delle signore a degli orango. Commenti poi cancellati sul profilo al relativo “salto della quaglia”.

La prima volta abbiamo sorriso, pensando ad una riedizione di frankestein junior.

Adesso meno, se viene meno il rispetto delle persone e della verità. Adesso basta!

Se questi  intendono governare come fanno campagna elettorale stiamo freschi.