Luigi Locatelli, candidato sindaco per il Tasso

GigiCandidarmi Sindaco ha portato ad interrogarmi sul fatto di essere pronto a governare, qualora fosse il Tasso a ricevere la maggioranza dei consensi alle prossime elezioni.

La risposta non fa riferimento solo alla mia disponibilità personale, ma soprattutto all’assunzione di responsabilità nei confronti del bene comune del paese.

Ho 53 anni, di cui molti passati in  un percorso di crescita personale,  caratterizzato da  rapporti coltivati con le persone e le associazioni del territorio e da esperienze diverse e tutte utili.

Sono stato consigliere comunale molto giovane;  poi Presidente di una Commissione comunale che ha proposto  una serie di eventi memorabili, come quelli dedicati a Padre Davide da Zanica, e  di concerti con musicisti di fama internazionale.

Successivamente  mi sono dedicato ad altro, come la fondazione e la Presidenza del Palio del Gioppino.

Poi, nel ’94, ho intrapreso una nuova esperienza politica come Assessore.

Formidabili  quegli anni: le iniziative per promuovere l’educazione permanente, i progetti innovativi nella scuola, la ludoteca, la mensa scolastica, l’impegno nel Centro sportivo per renderlo il motore pulsante delle attività di Zanica. Tutto nato in quegli anni in cui ero Assessore.

Nel 2003, come mi era successo già in passato, ho finito il mio mandato e, senza voltarmi indietro, ho fatto altro, impegnandomi in  alcune  Associazioni oltre che nel lavoro.

Sei anni fa, con altri amici, ho costituito il gruppo del Tasso, che ha raccolto alle ultime elezioni – senza simboli e senza apparentamenti-  un risultato eccezionale: quasi un quarto dei voti degli elettori.

Per  cinque  anni sono stato il capogruppo di opposizione; un’opposizione molto presente, costituita da un gruppo di persone ampio e sempre più solido.

Non ci sono “uomini per tutte le stagioni”;  penso di averlo dimostrato con la mia storia personale, fatta di “stagioni” molto diverse vissute nella politica, nella cultura, nell’associazionismo, nel lavoro.

Oggi queste esperienze mi rendono consapevole del lavoro che come Sindaco  dovrei affrontare, ma nel contempo mi rassicurano rispetto alla capacità di trovare soluzioni ai problemi che la vita amministrativa impone.

Oggi penso di  essere pronto a governare, per lasciare poi, al termine del mandato, nuove responsabilità a chi nel frattempo sarà cresciuto.

E’ il dovere principale di chi guarda alle “stagioni” che verranno.

1 comment for “Luigi Locatelli, candidato sindaco per il Tasso

  1. GIGGINO
    26 maggio 2014 at 22:37

    COMPLIMENTI A TE E A TUTTI I CONSIGLIERI

Comments are closed.